Il Segreto Per Avere Un Anno di Successo


Quello dei propositi di inizio anno è una pratica comune, quasi una moda. Si approfitta delle lunghe festività natalizie per fare il punto sull’anno appena finito e si pensa a quello che si vuole realizzare nell’anno che sta per iniziare. Sono quelli che gli inglesi chiamano New Year’s resolutions.
Sai cosa dicono le statistiche dei propositi di inizio anno?


New Years Resolutions

Photo Courtesy of ©Fliker.com/duien

  • Il 25% delle persone li abbandona già dopo una settimana.
  • Il 60% delle persone li abbandona dopo sei mesi.
  • La maggior parte delle persone rifà lo stesso proposito ogni anno per almeno 10 volte.

Le cause a cui attribuiamo questa debacle sono quasi sempre le stesse:

  • mancanza di soldi
  • mancanza di tempo

Purtroppo però l’unico motivo per cui questi propositi non vengono realizzati è

la mancanza di un piano scritto.

Goals that are not written down are just wishes. – Sconociuto

Infatti, con il passare del tempo, gli obiettivi non scritti perdono la loro visibilità. Diventano sempre più evanescenti fino a scomparire, fagocitati dalla vita di ogni giorno, dall’urgenza dell’ultimo minuto, dagli imprevisti, dai cambiamenti di umore e di salute o da una nuova idea strabiliante.

E’ invece provato che il segreto per raggiungere gli obiettivi che maggiormente ci interessano è impegnarsi a farlo mettendoli per iscritto.

Scrivere infatti aiuta a:

  1. Chiarire le tue idee. I modi per raggiungere un obiettivo possono essere tanti così come possono essere tante le strade per arrivare a una certa destinazione. Scrivere ti aiuta a fissare la meta e a valutare le varie strade per arrivarci. Ti aiuta a concentrarti prima sul risultato e poi su quali passi devi fare per arrivarci.
  2. Agire. Compiere l’atto di scrivere un obiettivo è il primo passo verso il suo raggiungimento. La maggior parte dei propositi rimangono tali perché non si agisce, cioè non si inizia a realizzarli.
  3. Vincere la resistenza. Questo è secondo me il peggiore dei nemici, il più subdolo e il più difficile da sconfiggere. La Resistenza, quelli che molti chiamano procrastinare, cioè il rimandare a dopo. Sarà sicuramente capitato anche a te di spostare in avanti un tuo progetto perché avevi qualcosa di più urgente da fare, di più rilassante, facile o appagante. Bene, anche tu hai conosciuto la Resistenza. Scrivere ti aiuta a concentrarti sul tuo obiettivo e quindi a sconfiggere la procrastinazione.

Adesso che sai quali benefici apporta mettere i tuoi obiettivi per iscritto non resta altro che iniziare.

Nel corso degli anni ho letto diversi libri e numerosi post su come scrivere un piano per fissare e raggiungere i propri obiettivi. Dopo averli messi in pratica un po’ tutti ho visto che essenzialmente si basano su cinque semplici passi.

Ecco cosa devi fare:

  1. Scrivi. Prendi un foglio di carta, un taccuino, un’agenda e una penna e inizia ad elencare tutti gli obiettivi che vorresti raggiungere in questo anno. Fai la lista di tutto quello che vuoi realizzare sia da un punto di vista professionale, che sentimentale, familiare etc. Come ho detto prima, scrivere aiuta visualizzare il risultato di quello che stai scrivendo. Nel fare questo esercizio non perdere tempo a scegliere quale tra i tuoi vari obiettivi ha la priorità. Scrivi tutto quello che ti viene in mente, anche cose che reputi irraggiungibili e troppo grandi da realizzare. Usa la fantasia. Stephen R. Covey nel suo libro The 7 Habits Of Highly Effective People (Le 7 Regole Per Avere Successo), un libro che ti consiglio di leggere se hai a cuore la tua crescita personale, spiega come le persone siano maggiormente propense ad utilizzare la parte sinistra del cervello, quella razionale e quindi più conservativa, nel fissare i propri obiettivi, costringendo l’individuo a rimanere all’interno della propria comfort zone e quindi a non osare. La maggior parte delle persone di successo invece usano la parte destra del cervello quella più creativa e pertanto più libera dagli schemi. Fissano i loro obiettivi utilizzando la fantasia e costringendo se stessi ad uscire dalla propria zona di comodità. Per questo li chiamano visionari.
  2. Separa. Dopo che hai fatto la tua bella lista prendi un altro foglio e traccia tante colonne quante sono le aree a cui appartengono i tuoi obiettivi: Per esempio: Matrimonio, Lavoro, Finanze, Hobbies, etc. Prendi la prima lista e riporta i tuoi obiettivi sulla seconda, separandoli nelle singole aree di intervento. Mettili in ordine di priorità da quello più importante a quello meno importante.
  3. Seleziona. Per ogni colonna scegli un massimo di dieci obiettivi. Sette saranno quelli che sicuramente vuoi vedere realizzati e tre saranno obiettivi di riserva. Non mettere mai troppa carne al fuoco rischi di inseguire troppi sogni e di non acchiapparne neanche uno.
  4. Scadenza. A fianco di ogni obiettivo scrivi la data entro cui lo stesso deve essere realizzato. La scadenza serve per scandire il tempo delle tue azioni e traccia anche una linea di arrivo temporale in modo da evitare che sabotaggi e procrastinazione spostino sempre la linea del traguardo. Un segreto per avere maggiore probabilità di riuscita è quello di fissare una scadenza molto vicina. Questo ti spingerà ad agire più celermente e in modo più efficace (legge di Parkinson).
  5. Segui. Fissa degli appuntamenti periodici con te stesso per verificare e tenere sotto controllo i tuoi progressi. Fissa mezz’ora di tempo a fine giornata per fare il punto e programmare l’attività del giorno dopo. Per i progetti più lunghi puoi fissare anche delle verifiche settimanali e trimestrali. Durante queste riunioni con te stesso prendi l’abitudine di annotare i tuoi progressi su qualcosa che sia visibile. Se sei amante dei vecchi metodi puoi disegnare dei grafici sulla carta millimetrata e poi appenderli alla parete del tuo ufficio o della tua stanza. Se invece sei un tipo tecnologico puoi disegnare i tuoi grafici utilizzando dei software come Microsoft Excel, oppure puoi tenere sotto controllo i tuoi obiettivi con una delle tante app per iPhone, Ipad o Android. Io per esempio utilizzo Lift. Visualizzare graficamente l’andamento del proprio progetto aiuta a rimanere concentrati sull’obiettivo e anche ad individuare eventuali rallentamenti o problemi che potrebbero altrimenti rimanere nascosti.

Se seguirai questi cinque passi…. congratulazioni… avrai sicuramente accesso al livello finale, il passo più gratificante…

  1. Stappa. (Ma non avevo detto che i passi erano cinque?) Se seguirai i primi cinque passi avrai raggiunto i tuoi obiettivi. Apri una bottiglia di champagne o di prosecco, organizza una cena, comprati un gelato e festeggia i tuoi traguardi. E’ importante celebrare il raggiungimento degli obiettivi anche quelli più piccoli. Serve a scaricare la tensione accumulata durante il percorso e a tenere alta la motivazione e ti da la carica per perseguire gli altri obiettivi.

Non voglio dire che sarà facile o che riuscirai a fare tutto quello che hai pianificato. Ci saranno sicuramente degli intoppi e alcuni progetti rimarranno incompiuti o addirittura non iniziati.

Non importa. Succede anche ai migliori.

La differenza però tra i migliori e gli altri è che i migliori alla fine dell’anno portano sempre a casa qualche risultato mentre gli altri si lamentano che il loro anno è stato uno schifo, che non sono riusciti a concludere niente e che il prossimo anno invece…. lo stesso.

E tu? Segui un metodo per fissare i tuoi obiettivi? Che progetti hai per il 2014? Scrivimelo nei commenti.


Una replica a “Il Segreto Per Avere Un Anno di Successo”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.